Mobilità Erasmus+ KA1 Animatori Digitali: DEVELOPING AN ESAFE CLASSROM

Come animatrice digitale del “Convitto Nazionale “Mario Pagano” di Campobasso ho partecipato alla mobilità all’estero nell’ambito dell’ERASMUS +KA1.

Sede della formazione la FCL di Bruxelles. I partecipanti provenivano da diversi Stati Europei: dalla Repubblica Ceca, dalla Polonia, da Cipro e dall’Italia. I lavori sono stati svolti in una classe del futuro altamente digitalizzata, una classe 3.0, dove gli ambienti sono flessibili e le attività da poter svolgere sono molteplici, dove si alternano momenti di lavoro individuale ad altri di cooperative learning o di apprendimento peer to peer.

Il corso è stato ottimamente  organizzato e mi ha coinvolto emotivamente e positivamente. La possibilità di confrontarmi con colleghi provenienti da altri paesi d’Europa, di parlare rigorosamente in lingua veicolare inglese, mi ha consentito di acquisire competenze linguistiche e sulla sicurezza sul web e ha arricchito la mia professionalità.

Il corso è stato finalizzato ad indurre i docenti ad inserire nelle unità di apprendimento da svolgere in classe e nei curricoli verticali degli studenti un curricolo digitale e una eSafety. Il corso ci ha fornito altresì le competenze   per creare nella propria scuola un ambiente sicuro dove poter navigare in sicurezza, i materiali per poter realizzare una Policy eSafety, un Regolamento delle Tic e una AUP (acceptable use policy), una sorta di Patto di Corresponsabilità sull’uso dei device, da stipulare tra la scuola e gli studenti/genitori.

Attraverso una alfabetizzazione digitale, l’acquisizione di una cittadinanza digitale e l’uso consapevole di tools digitali  e del web, si può aiutare i nostri alunni a navigare sicuri sia con gli strumenti digitali in dotazione delle proprie scuole, sia attraverso i BYOD (bring your own device).

Il corso ci ha fornito numerose risorse di eSafety e materiali utili per l’insegnamento; ci ha indicato gli strumenti per aiutare i nostri studenti a sviluppare una cultura digitale, ad essere cittadini digitali responsabili e consentire di apprendere in sicurezza.

La comunicazione con colleghi di diverse nazionalità, la collaborazione tra gruppi dei pari ed altri gruppi, la condivisione, ha reso questa esperienza altamente formativa sia dal punto di vista professionale che umano.

GUARDA IL MATERIALE DIDATTICO: https://prezi.com/uteno69j71ut/developing-an-esafe-classroom/

Carmen ADAMO

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *