Eredità Culturale Digitale, prosegue la sfida della Rete #DiCultHer

Matera Capitale Europea della Cultura 2019 ha ospitato lo scorso 2 settembre l’incontro dal titolo “Educazione all’eredità culturale digitale: dalla Piattaforma Blockchain #LRXCultura alla #CartadiPietrelcina”. L’appuntamento (che segue l’Accordo Quadro siglato nel maggio scorso tra l’Amministrazione comunale di Matera e la rete #DiCultHer) si è svolto nella Casa Cava, uno dei simboli della città patrimonio dell’UNESCO.

Un’occasione unica per fare il punto su tutte le attività avviate in Italia dalla Rete DiCultHer e per delineare i nuovi scenari sul tema della cultura digitale. Al centro della tavola rotonda, moderata con grande professionalità dal segretario generale di DiCultHer Carmine Marinucci, la “Carta di Pietrelcina” (sull’eredità culturale digitale). Il documento, sottoscritto lo scorso 30 luglio a Pietrelcina (Benevento), porta la firma dell’associazione DiCultHer, dei Poli DiCultHer di Molise, Puglia e Sicilia e degli Uffici Scolastici Regionali di Basilicata, Calabria, Molise e Puglia. La Carta di Pietrelcina ha ottenuto il patrocinio di importanti enti ed organismi nazionali ed internazionali come: INDIRE, ICCU, Istituto centrale per i Beni sonori e audiovisivi, la piattaforma Europeana Education, la fondazione di Papa Francesco per il digitale Scholas Occurrentes, la fondazione Italia Patria della Bellezza e Ampioraggio.

La Carta di Pietrelcina punta a promuovere l’educazione e la formazione sul Patrimonio Culturale Digitale, nonché alla Piattaforma LRX CULTURA – basata sulla tecnologia Blockchain – che rappresenta il luogo dove studenti, docenti ed operatori culturali potranno non solo condividere le loro attività previste nella programmazione di DiCultHer, ma anche accedere a servizi loro dedicati. Durante l’incontro di Matera è stata presentata anche la programmazione delle attività DiCultHer per l’anno scolastico 2019-20. L’Unione Europea ha definito nell’Articolo 2 delle Conclusioni del Consiglio del 21 maggio 2014, la Digital Cultural Heritage come “risorsa strategica per un’Europa sostenibile” (2014/C 183/08) a seguito delle numerose considerazioni e istanze maturate a livello nazionale internazionale negli ultimi anni inerenti al valore culturale dei prodotti nati nell’Era Digitale. Come catalizzatore e sintesi di tali riflessioni, si è sviluppato l’operato della Scuola a Rete per la Formazione nel Digital Cultural Heritage, Arts and Humanities – #DiCultHer.

Questa rete ha stimolato un dibattito tra le istituzioni partecipanti: università, scuole, istituzioni culturali, associazioni, singoli individui, al fine di identificare il digitale nel suo autentico ruolo di facies culturale dell’epoca contemporanea e di favorire un rinascimento culturale digitale, una nuova “Megàle Hellàs”, capace di raccogliere la straordinaria eredità culturale e storica dell’Italia, e in particolare del Mezzogiorno, vista in una prospettiva europea, reinventata grazie alla creatività dei suoi giovani e al coinvolgimento di vere e proprie “comunità di eredità culturale”, nello spirito della Convenzione di Faro. All’incontro sono stati invitati a partecipare: Raffaello De Ruggieri sindaco di Matera, Gianmaria Ajani rettore Unito e presidente DiCultHer, Aurelia Sole rettrice Unibas, Domenico Masone sindaco Pietrelcina, Claudia Datena direttore USR Basilicata, Lucia Abiuso per l’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria – Polo DiCultHer Calabria), Angelo Argento presidente Cultura Italiae, Nicola Barbuti di Uniba – coordinatore Polo DiCultHer Apulian, Letizia Bindi di Unimol – coordinatore Polo DiCultHer Molise, Simonetta Buttò – direttore Istituto Centrale del Catalogo Unico-MiBAC, Pamela Giorgi di INDIRE, Giuseppe Lanese componente dell’Osservatorio Nazionale sulla Comunicazione Digitale di PASocial e Istituto Piepoli, Sabina Magrini direttore Istituto Beni Sonori ed Audiovisivi-MiBAC), Alfonso Pecoraro Scanio ALFONSO PECORARO presidente Fondazione Univerde, Carina Rossa della Fondazione Pontificia Scholas Occurrentes), Grazia Ruggiero dirigente scolastico del Liceo Classico Linguistico Scienze Umane “F. De Sanctis” di Trani), Claudio Senigagliesi presidente Fondazione ITS Servizi alle Imprese.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *